Art and Colour in the Requali cation of Urban Areas and Landscapes

Authors

  • Anna Marotta Department of Architecture and Design (DAD),Politecnico di Torino

DOI:

https://doi.org/10.23738/ccsj.i72017.02

Keywords:

Urban Regeneration, Participatory Design, Street Art, Social Sharing

Abstract

For contemporary research, peripheral realities, urban voids or dismantled areas and structures represent important opportunities for urban regeneration and redevelopment. The Color, through the “Color Design”, becomes an approach that can achieve remarkable and immediate results with low cost. It is capable of transforming the visual impact of a building, a road, an entire neighbourhood; it orientes and creates harmony through the Visual rules and hierarchies, it can recover the identity and image of a place; it can highlights and enhances paths, obstacles, zones, functions, services, or informs through their universally recognizable codes. Even today, Bruno Taut’s idea of improving the quality of life in popular neighborhoods with the creation of polychrome architectures is a reference: the color therefore constitutes the “accessible” decoration even for the most deprived areas. Like Color, Art is a tool for social and urban upbringing. Nowaday, Art no longer needs to be confined in museums or galleries, but can be placed outdoors in an urban or landscape dimension, becoming public art (made of installations and large sculptures). The contribution, through the study of critically selected and analyzed case studies, tends to verify the validity of this thesis, confirming that Art and Color constitute both retraining tools and valuable media to promote the recognition of sites and services, attraction poles, urban presence, constituting a real urban communication strategy, without forgetting the role of social and cultural exchanges. Of course, the great challenge will be to combine, if possible, the above approaches with the “ways of sustainability”.

Author Biography

Anna Marotta, Department of Architecture and Design (DAD),Politecnico di Torino

Anna Marotta. Full Professor at the Department of Architecture and Design (DAD) of Politecnico di Torino. She teaches disciplines related to drawing and representation fields, including Visual Communication, Laboratory of Drawing and Architectural Survey. She is part of the teaching staff of the 1st level Master in Interior, Exhibit & Retail Design and part of the teaching staff of the PhD in Architectural and Landscape Heritage. Member of UID (Unione Italiana Disegno) Scientific Committee. Since 2012 member of the Scientific Committee of the Gruppo del Colore and of the Presidential Committee of the Associazione Nazionale Colore.

References

B. Taut, Die Stadt-korone, 1919 (tr. it. La corona della città, con saggio introduttivo di Ludovico Quaroni, Milano, 1973

M. Grana, Lontani dal centro. Gli interventi pubblici nelle periferie, Carocci, Roma 2009, p. 16

G. Mazzocchi, A. Villani (a cura di), Sulla città oggi. La periferia urbana. Ambiente, cultura, sicurezza, Franco Angeli, Milano 2004, p. 79.

A. Cecchini (a cura di), Al centro le periferie. Il ruolo degli spazi pubblici e dell’attivazione delle energie sociali in un esperienza didattica per la riqualificazione urbana, Milano 2007, p. 28

F. Manzitti, Renzo Piano, l’appello alla città: “Smettetela di diffondere il brutto’; in La Repubblica-Milano, 7 novembre 2008, http://milano.repubblica.it/dettaglio/ renzo-piano-lappello-alla-citta¬smettetela-di-diffondere- il-brutto/1541863/2, consultato il 4 ottobre 2011.

A. Marotta, Visione sostenibile (Sustainable Vision in the Conservation of Cultural Heritage Project). In: Heritage Architecture Landesign Focus on Conservation Regeneration Innovation. La Scuola di Pitagora, Napoli, 2013. pp. 1210-1219

A. Marotta, Cultura della visione per conservare e valorizzare: il caso della Cittadella di Alessandria / Culture of vision to preserve and enhance: the case of Citadel of Alexandria. In: 35° Convegno internazionale dei docenti della Rappresentazione. Patrimoni e Siti Unesco. Memoria, misura e armonia / Heritage and Unesco Sites. Memory, measure and harmony, Matera, 24-26 ottobre 2013. pp. 615-622

E. Cosso, R. Giaconi, Progettare l’arte in città. La riqualificazione delle periferie attraverso l’arte, Tesi di Laurea a.a. 2011-2012, relatore prof.ssa Anna Marotta,

Marotta A.

per promuovere la riconoscibilità di luoghi e servizi, poli di attrazione, presenze urbane a vari livelli, costituendo una vera e propria strategia di comunicazione urbana, senza dimenticare il ruolo di scambio sociale e culturale [22]. Naturalmente, la grande sfida sarà quella di coniugare, se possibile, i suddetti approcci con i “modi della visione sostenibile”, concepita in termini di coerenza percettiva, massimamente cromatica. Politecnico di Torino, II Facoltà di Architettura.

S. Settis, Paesaggio Costituzione Cemento — La battaglia per l’ambiente contro il degrado civile, Einaudi, Torino 2010, p.7

I.Romanello,Il colore nel costruito nella città e nel paesaggio in http://www.archibio.com/index. php?id=1225&fit=kcolore_del_costruito_nella_ citt%E0_e_nel_pae saggio

P. Legrenzi, Prima lezione di scienze cognitive, Laterza, Roma-Bari 2002, p. 64

A. Marotta, Teoria e prassi del colore tra Europa e America Latina. In: Bossi A. (a cura di), La casa fuori casa, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli 2011, pp. 116-125

A. Marotta, Policroma. Dalle teorie comparate al progetto di colore,Celid, Torino 1999.

C. Campagnaro, Colore in periferia. Linee guida meta progettuali per una riqualificazione tecnologica e semantica dell’edilizia popolare, in Atti e Rassegna Tecnica- Società degli ingegneri e degli architetti in Torino, N. 1, gennaio 2005, pp. 12-31

G. Bertagna, A. Bottoli, E. Castelli, C.Villa, Piano di riqualificazione percettiva: il caso di Monza, n: VIII Conferenza del Colore 2012, Bologna, 13-14 settembre 2012. p. 383

Cfr. M. A. Giusti, Architettura, urbanistica, design in Albania: l’architetto integrale e la cultura italiana del Novecento nello scenario attuale, in: Sviluppo sostenibile in Albania, Emal, Tirana 2009, pp. 1023-1027

http://sardarch.wordpress.com/2009/09/24/firana- arcobaleno-dall%E2%80%99est/

D. Lucchetti, Writing : storia, linguaggi, arte nei graffiti di strada, Castelvecchi, Roma 1999 pp.18, 107

R. Comunian, Public art e periferia in Gran Bretagna: tra identità e rigenerazione, in www.culturalab.com, 4 ottobre 2010

E. Seo (a cura di), Trespass — storia dell’arte urbana non ufficiale, Taschen editore, Kiiln 2010, pp.188

Si fa riferimento all’intervista concessa dall’artista per il film documentario, sulla vita e l’opera di Bansky e di altri street-artists, attribuito a Banksy stesso, “Exit through the Gift Shop”, Usa-Regno Unito, 2010; si veda video estrapolato dal film In http://www.youtube.com/ watch?v=a0b90YppquE&feature=player embedded#!, e sito ufficiale del film: http://www.banksyfilm.com

D. Busatto, S. Taraglio, Il colore nel progetto di architettura. Colore tra passato e presente. Tesi di Laurea a.a. 2008-2009, relatore prof.ssa Anna Marotta, Politecnico di Torino, II Facoltà di Architettura.

W. Nerdinger (a cura di), Bruno Taut (1880-1938), Electa, Milano 2001.

M. B. Spadolini, I colori di Cornigliano. Design per lo scenario urbano, Alinea, Firenze 2011.

Gruppo Boero, Recupero e riqualificazione dell’identità delle periferie: dalla metodologia dell’analisi urbana al singolo edificio nel quadro del progetto colore, in http:// www.no.archiworld.it/docs/DepliantFerrara2011.pdf

A. Pilz, Villaggio Olimpico di Torino:Moderna scultura a colori, in http://www.bau-satz.net/pdf/applica_21-22_06. pdf.

Sardarch, Tirana, arcobaleno dell’est, in http:// sardarch.wordpress.com/2009/09/24/firana¬arcobaleno- dall%E2%80%99est/

J. Dewey, Arte come esperienza, Aesthetica, Palermo 2010

L. Mumford, Art and Technics, Columbia University Press, New York 1952

http://www.julianbeever.net/index.php?option=com_ phocagallery&view=category&id=2&Itemid=8

Downloads

Published

2017-05-31

How to Cite

Marotta, A. (2017) “Art and Colour in the Requali cation of Urban Areas and Landscapes”, Cultura e Scienza del Colore - Color Culture and Science, 7, pp. 13–28. doi: 10.23738/ccsj.i72017.02.

Issue

Section

Papers